IL CORPO, IL SUONO, LA VERITÀ

GIANLUCA BONDI, MASSIMILIANO GRAZIUSO, GIAMPIERO RAPPA
Da Mercoledì 5 Ottobre dalle 20.00 alle 23.30
Una sintesi tra tradizione teatrale e parateatrale dove la persona è posta al centro del processo creativo e della relazione tra testo, regia, gruppo, e spazio di lavoro

Gianluca Bondi
Condizioni necessarie per favorire il processo creativo sono il rispetto del lavoro e la totalità dell’esperienza, nel tentativo di raggiungere la bellezza ed esprimerla nel qui ed ora. Si esplorerà il potere di adesso e la relazione tra gli elementi significativi della messa in scena. Si porrà attenzione all’azione-reazione dell’attore e a quella del personaggio partendo da uno spazio vuoto. I sentimenti fioriranno dal silenzio, le azioni dall’immobilità per maturare forza nell’intenzione e ritrovare la necessità del gesto e della parola. Entrare nel corpo per accogliere, maturare e restituire un’azione teatrale nella coerenza con l’immaginario del personaggio. Il lavoro sarà fondato quindi sull’ascolto della dimensione presente che nutre e da consapevolezza ad ogni slancio creativo.
Gianluca Bondi, laureato in Psicologia clinica, esperto in arti-terapie e psicologia del teatro d’azienda, specializzato presso la Siab in analisi Bioenergetica. Regista, attore, drammaturgo e insegnante di teatro. Direttore artistico del Teatro Piccolo Re di Roma, Presidente dell’Associazione Culturale Sinestesia Teatro, responsabile della Scuola di Teatro Ricerca ha scritto una raccolta di testi teatrali e di poesie. Collaboratore nel gruppo teatrale del prof. di psicofisiologia clinica Vezio Ruggieri alla Sapienza di Roma è ora impegnato con il gruppo Sinestesia Teatro nella ricerca riguardante l’espressione e il training teatrale. Lavora con società di consulenza che operano nel campo delle risorse umane svolgendo attività clinica supportiva-espressiva e terapeutica.

Massimiliano Graziuso
Il lavoro sulla parola ha bisogno di una costante attenzione che non prevede metodi preconfezionati, ma è adattabile a situazioni diverse. Il “modo di dire” una battuta non risponde a regole rigide e precise, pur avendo in sè delle frequenze che la caratterizzerebbero per la sua natura psico-corporea e drammaturgica. Alcune intonazioni la renderebbero riconoscibile come una musica in tutte le culture ma la decodifica è influenzata da moltissime variabili che ne arricchiscono enormemente la sfera espressiva offrendo un ampio ventaglio di possibilità all’attore che esplora e ricerca. La recitazione, i suoi metodi, variano con i Tempi, con le esigenze della scena, con la vita della battuta stessa. Si cercherà qundi di riconoscere il suono di un sentimento, di un’emozione, esprimerlo, tradirlo e ricomporlo e insieme favorire la naturalezza e la spontaneità della recitazione in ogni allievo, puntando sul processo creativo personale, la propria visione nel lavoro col testo così come in ogni azione fisica che lo precede.
Massimiliano Graziuso, durante gli anni del Conservatorio frequenta l’Accademia d’Arte Drammatica inserendosi nel mondo del Teatro. Impegnato in qualità di Clarinettista basso nell’Orchestra Sinfonica della Rai di Roma, nell’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma e nei concerti indetti dal Circolo della Stampa di Milano. Dal 1994 al 1996 partecipa alla tournée europea di Billy Smith. Dal 1995 a 1997 collabora con il Centro Studi Musicali Afro-americani di Pescara diretto da Marcello Salis. Componente dell’Orchestra del Teatro di prosa “H. Schuller” di Berlino. Dal 2003 porta avanti un progetto di teatro musicale che lo vede coinvolto come attore e autore dei testi. Sul modo di relazionare il linguaggio musicale e teatrale fra loro, si basano le esperienze di maggior rilievo sino alla discussione di una tesi di Laurea sulla Musica Incidentale. Premio Ugo Betti, 2006 come miglior monologo di satira sociale, vincitore del Festival del Teatro Visibile, 2009 come miglior spettacolo. Nel 2007 partecipa al festival Bella Ciao, diretto da Ascanio Celestini. Nel 2010 Partecipa al Festival Teatro di Gioia, diretto da Dacia Maraini. Dal 2009 insegna discipline teatrali presso la EYO, diretta da Moni Ovadia.

Giampiero Rappa
Fare teatro inteso come gioco, serio, spietato, e divertente, come luogo di incontro dove raccontare una storia: cerchio sacro dove entrano personaggi che hanno un loro passato e agiscono al presente con azioni urgenti e necessarie, un luogo protetto dove mettere in gioco se stessi e aprirsi agli altri, e libero per migliorare le proprie capacità espressive. Gli obiettivi del modulo sono quelli di stimolare l’allievo a scoprire e valorizzare le sue risorse. Imparare a gestire e veicolare le emozioni che daranno vita ai suoi personaggi. Ricercare con pazienza e coraggio la parte più autentica di sé.
Giampiero Rappa, attore, regista, drammaturgo, nato a Genova frequenta nel 1994 la Scuola di Recitazione del Teatro dello Stabile di Genova. Nel 1997 si trasferisce a Roma e fonda con alcuni compagni della scuola – Filippo Dini, Andrea Di Casa, Sergio Grossini, Mauro Pescio -, la compagnia teatrale Gloriababbi Teatro, per la quale diventa drammaturgo. Il suo primo lavoro, Gabriele, scritto con Fausto Paravidino nel 1998, è vincitore della Terza Rassegna di Drammaturgia Emergente – come miglior spettacolo della giuria e del pubblico – e nel 2005 è Finalista ai Premi Olimpici del Teatro dell’ ETI come novità italiana. Ha scritto inoltre i testi Zenit (con Barbara Petrini), Tutta colpa di cupido (scritto con Lello Arena e Fausto Paravidino), Il Riscatto, Prenditi cura di me, recentemente proclamato vincitore del Premio Enrico Maria Salerno per la Drammaturgia Europea – XIII Edizione ed infine la commedia Sogno d’amore. I suoi testi sono stati tradotti in sei lingue. Oltre che drammaturgo è anche regista teatrale. Ha diretto Gabriele, Zenit, Il riscatto, Sogno d’amore, Prenditi cura di me e Mr.Placebo di Isabel Wright. A queste attività affianca anche quella docente di recitazione e attore per il cinema e il teatro.

Luogo di svolgimento: Associazione culturale Sinestesia Teatro – Piccolo Re di Roma; Via Trebula n. 3 (zona Piazza Re di Roma)
Giorni e orari: il laboratorio si svolge il mercoledì dalle 20.00 alle 23.30 a partire da mercoledì 5 ottobre 2016.
Info e prenotazioni: piccolorediroma@gmail.com; 3476801644 – Serena.