Amore e Psiche

Libero adattamento e Regia di Gianluca Bondi dalle Metamorfosi di Apuleio

Con: Serena Borelli
Musiche dal vivo: Oscar Bonelli
Scene: Fabio Pennacchia, Paolo Rampelli
Costumi: Rita Cristini, Sara Guidi
Body Art: Valentina Musarella
Trucco maschere: Michele Falchi
Fotografie di scena: Claudio Giuli

Amore e Psiche, un dialogo interiore sotto forma di favola in cui Psiche racchiude in sè tutti gli altri personaggi della storia come fossero sue sub-identità nel difficile percorso verso l’integrazione e la realizzazione del proprio Io.
Tutto in uno e quell’uno in tutti noi.
Amore e Psiche sono i protagonisti di un mito legato a riti iniziatici mistici, riti di accesso e di caduta, di morte e rinascita.
È un racconto di una storia immortale di passione tra dei e uomini… Una storia di amore e di perdita, di sfida e di coraggio: di cambiamento.
Psiche vuol dire «anima» e la sua storia è esemplare per ogni anima umana. Una vera e propria metamorfosi di un’anima bella, una iniziazione di ricerca e di accesso al divino.

In un piccolo spazio, tanti spazi si ripercorreranno nella scoperta della storia, come fosse un personale cammino alla conquista dell’amore per sé e per la vita, fatto di tappe inevitabili e passaggi obbligati.

Il testo è il frutto di un lavoro di riscrittura, di rivisitazione, di riadattamento dalle Metamorfosi di Apuleio. Della storia, che si snoda nella notte dei tempi, abbiamo fatto una nostra e personale sintesi con la quale, soprattutto, speriamo di svelare a chi sarà testimone…una delle leggende di amore più belle di sempre, una favola che parla a noi di noi nell’eterna battaglia tra luce e ombra, tra razionalità e istinto, tra cuore e cervello…

Ciò che appare non è come sembra: fragilità e forza, mostruosità e bellezza si frangono e si compenetrano.
Amore e Psiche rappresentano il connubio tra due forze dirompenti presenti all’interno di noi.
Entrare nell’irrazionale prima di accedere alla realtà, uscire dalla sfera del padre-madre per esperire il proprio spazio nel mondo, trovare il coraggio di saltare nel vuoto per poi tornare.

Cercheremo di traghettarvi in questo attualissimo mondo antico.

Buon viaggio, insieme a noi.

Piccolo Re di Roma: Via Trebula n. 3 – Roma
17, 18, 19, 20; 26 e 27 Maggio 2018
Da Giovedì a Sabato ore 21.00; Domenica ore 18.00
Necessaria la prenotazione:
piccolorediroma@gmail.com
Ingresso (10 euro + 2 di tessera); Allievi Sinestesia e Soci Siab (ridotto 8 + 2 di tessera)
Ingresso in sala mezz’ora prima dell’inizio dello spettacolo.