IN TEATRO, NEI PARCHI, ALTROVE

Mercoledì dalle 20.00 alle 23.00

Gianluca Bondi – Teatro con interventi di GIULIA VALLI, ANTONIETTA  MARINO, EMANUELA VALIANTE, VLADIMIRO

Una sintesi tra tradizione teatrale, parateatrale e le arti espressive dove la persona è posta al centro del processo creativo e della relazione tra testo, regia, gruppo, e spazio di lavoro.
Una ricerca sulla immagine poetica fatta di simboli e archetipi che attraversano porte percettive che la nostra anima riorganizza e sintetizza con fusioni sinestesiche che vanno a raccontare una storia nuova o a risvegliare senza una spiegazione psicologica, per la magia stessa del creare forme e regalarle perché si possano di nuovo trasformare. Prenderemo un testo e lo porteremo in teatro e negli spazi aperti.

Per un artista, un ricercatore, ogni incontro-scontro apparentemente casuale con i fenomeni può divenire fonte di osservazione e di ispirazione attivando la presenza, l’auto-osservazione, il ricordo di sè e la meditazione. Ciò vale anche in teatro, il luogo in cui l’attore gioca restando sempre presente proprio con questi passaggi psicofisici. Condizioni necessarie per favorire questo processo sono il rispetto del “sacro”, quello spazio dove il piacere e la totalità dell’esperienza hanno il vantaggio di non essere castrate dal giudizio, dal senso comune, dalla vergogna. Si esplorerà il potere di adesso e la relazione tra gli elementi significativi della messa in scena, si porrà attenzione all’azione-reazione dell’attore e a quella del personaggio partendo da uno spazio cosiddetto “vuoto”. Quindi cercheremo questo spazio dentro affinché i sentimenti possano emergere dal “silenzio”, le azioni dall’”immobilità” per maturare forza nell’intenzione e ritrovare la necessità del gesto e della parola per esprimere tutto questo. Il lavoro sarà fondato sull’ascolto della dimensione presente che nutre e dà consapevolezza ad ogni slancio creativo autentico. Un tentativo di raggiungere la bellezza, esprimerla nel qui ed ora, sentire il piacere di questa unione sulla scena.

 

Gianluca Bondi  da ottobre ad aprile terrà il laboratorio per la prima ora dalle 20 alle 21 e poi fino ad aprile sono previsti gli interventi dei docenti di seguito indicati. Da maggio Gianluca condurrà le tre ore (20.00-23.00) di laboratorio per completare l’allestimento del saggio di fine anno.

Gianluca Bondi, laureato in Psicologia clinica, esperto in arti-terapie e psicologia del teatro d’azienda, specializzato presso la Siab in analisi Bioenergetica. Regista, attore, drammaturgo e insegnante di teatro. Direttore artistico del Teatro Piccolo Re di Roma, Presidente dell’Associazione Culturale Sinestesia Teatro, responsabile della Scuola di Teatro Ricerca ha scritto una raccolta di testi teatrali e di poesie. Collaboratore nel gruppo teatrale del prof. di psicofisiologia clinica Vezio Ruggieri alla Sapienza di Roma è ora impegnato con il gruppo Sinestesia Teatro nella ricerca riguardante l’espressione e il training teatrale. Lavora con società di consulenza che operano nel campo delle risorse umane svolgendo attività clinica supportiva-espressiva e terapeutica.

Giulia Valli per 4 incontri a ottobre dalle 21 alle 23 condurrà ALFABETO TEATRALE: Un percorso di esercizi per consolidare il nuovo gruppo di lavoro con attenzione alla creazione di un linguaggio comune (dinamiche di azione e reazione) e principi base per la nascita del personaggio (esercizi sull’immaginazione, costruzione di una postura, di una condizione fisica, la memoria sensoriale).

Giulia Valli, attrice, aiuto regista, insegnante di teatro. Diplomata all’Accademia Nazionale D’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” di Roma, si perfeziona in drammaturgia contemporanea Presso il Teatro della Limonaia con B. Nativi, inoltre ha studiato con Danny Lemmo dell’Actor’s Studio, Lindsay Kemp, Marcel Marceau, Nikolaj Karpov, Penny Fuller. Ha recitato con: L. Salveti, A. Camilleri, M. Fabbri, V. Moriconi, F. Dini, M. Pescio e con le compagnie, “Erehwon”, “Gloriababbi teatro”, e “Narramondo”. In Cinema ha recitato con S. Baldoni e R. Mortelliti. Ha prestato la voce per alcuni radiodrammi della Rai con R. Calandra e per “Tre soldi” su Radio tre con M. Pescio. Ha prestato la sua collaborazione come assistente alla regia Vasilicò, Fallucchi, Dini, Pescio.

Antonietta Marino per 7 incontri da novembre a dicembre condurrà Emissione Vocale Organizzata e Canto Corale: esperienze psicofisiologiche di autoappoggio e eteroappoggio, contatto con i ritmi del proprio corpo e la modulazione della propria voce, emissione canora e all’azione nello spazio, polifonia nell’improvvisazione e nei canti tradizionali.

Antonietta Marino, Psicologa Clinica, esperta di ArtiTerapie ad orientamento Psicofisiologico Integrato, esperta di canti della tradizione italiana e internazionale. Docente di psicofisiologia del canto presso il master triennale di ArtiTerapie ad orientamento Psicofisiologico Integrato dell’AEPCIS. Cantante solista in gruppi di musica della tradizione italiana e world music.

 

Emanuela Valiante per 8 incontri da gennaio a febbraio BIOMECCANICA: studio e pratica dei principi fondanti della Biomeccanica attraverso esercizi specifici e lavori su e con il “corpo organico” che parte dall’allenamento che un attore deve compiere per apprendere e mantenere la tecnica per arrivare alla sistematica risoluzione di ogni “necessità scenica”.

Emanuela Valiante, inizia la propria istruzione teatrale nel 1994 con l’attore-regista S. Araclio, avvicinandosi al Metodo Stanislavskij.  Dal 1995 al 1998 prosegue gli studi teatrali con l’attrice regista P. Di Fulvio, (studi su Grotovskij e Feldenkraist). Si laurea in Russo, nel 2001, con la tesi “Stanislavskij e il disagio dell’attore”. Dal 2001 al 2003 studia nella Scuola di Musical del Teatro Politeama di Prato. È stata insegnante di recitazione, dizione, movimento scenico e mimesi vocale presso l’associazione “Backstage Dance Academy” di Teramo. Nel 2003 negli U.S.A studia “Acting” e “Moviment for the stage” con L. Korth. La sua formazione prosegue specializzandosi nello studio su Stanislavskij, M. Cechov, Mejerchol’d, Alshitz, Odin Teatret e Living Theatre. Dal 2016 è assistente del M° C. Spadola come docente di Biomeccanica, dizione e uso della voce presso “La palestra dell’attore” a Roma.

Vladimiro per 8 incontri da marzo ad aprile condurrà i principi base del Metodo Le Coq ovvero lo studio delle emozioni attraverso il corpo. La ricerca parte dalla scoperta della propria neutralità per poi far vivere gli Elementi della natura. Con essi la voce, il corpo e la presenza dell’Attore si libera dagli schemi comportamentali abituali. Dalla Tragedia al Clown , ogni stile teatrale ha una postura , una voce e dei gesti che ne svelano intimamente il significato, ancora prima del testo.

con Riccardo Pifferi.

Fabrizio Bernardini, in arte Vladimiro, dal ’92 si dedica allo studio del Teatro diplomandosi alla Scuola Internazionale di Teatro “Circo a Vapore”. Successivamente approfondisce gli studi dei diversi stili teatrali con maestri quali Jaques Lecoq, Jango Edwards, Yves Lesbreton e di drammaturgia con Riccardo Pifferi.

Luogo di svolgimento: Piccolo re di Roma, Via Trebula n. 3 – Roma.

Giorni e orari: Mercoledì 20.00 – 23.00. Non è prevista la lezione di prova. Prevista presentazione del percorso da parte di Gianluca Bondi Mercoledì 26 settembre ore 20.00. Per chi non potrà esserci è possibile prenotare un colloquio a partire dal 20 settembre. Inizio Lezioni mercoledì 3 ottobre 2018.

Info sui contenuti del percorso: Gianluca: 338 4789713. Prenotazioni: piccolorediroma@gmail.com; 3476801644 – Serena.