DUKE “It don’t mean a thing”

Protagonista virtuale, ma non solo, della serata… Duke Ellington: pianista, direttore d’orchestra e compositore statunitense considerato tra i massimi esponenti, nel suo campo, del Novecento.

La sua musica ha influenzato intere generazioni di jazzisti, come racconteranno – con l’ausilio di parole e note – Francesco Consaga al sax soprano, Luca Consalvi alla voce e Mario Saccucci al contrabbasso in un insolito trio con una vocazione squisitamente sperimentaleispirato al principio del miglioramento per sottrazione, “Less is More”.
Un tuffo nell’opera e nella vita di Duke Ellington, un’agile suite di un’ora con indimenticabili brani del grande Maestro alternati ainsoliti aneddoti da romanzo jazz tratti dalla sua autobiografia per ripercorrere gli anni d’oro del jazz internazionale, con la trasformazione mondiale che portò questo genere ad essere apprezzato, suonato ed ascoltato da migliaia di persone.

“It don’t mean a thing”, questo il titolo che racchiude in sé il messaggio che la serata consegnerà ai presenti, perché l’espressione della sensazione è il risultato più alto che la musica può regalare a chi l’ascolta.

Contrabbasso – Mario Saccucci
Sax – Francesco Consaga
Voce – Luca Consalvi

Piccolo Re di Roma: Via Trebula n. 3 – Roma
Venerdì 7 febbraio 2020 ore 21.00
Necessaria la prenotazione:
piccolorediroma@gmail.com

Ingresso in sala dalle 20.30; 10€, + 2 di tessera.