Locandina-Ritorni

scritto e diretto da Gianluca Bondi

Un reticolato di spazi immaginari che si accavallano e si succedono nel tempo in modo non certo lineare, che sembrano muoversi nel reale ma si intrecciano inevitabilmente col fantastico. Gruppo narrante in trasformazione continua, che si arrangia con l’essenziale per alludere a situazioni di vita a volte drammatiche altre giocose, a momenti quotidiani e non sempre.

Lo spettacolo tratta del viaggio immaginario di una ragazza diagnosticata schizzofrenica, oppure di una ragazza vivace che desidera conoscere il mondo e vuole partire. Racconta dello sfruttamento dei giovani emigranti, ma anche di una famiglia qualunque negli anni ’70 che si interroga sull’ alcolismo, sulla gelosia tra sorelle, sulle scelte importanti nella vita. Il testo prova a rispondere a delle domande sul senso di restare o di andare, fisicamente o con il pensiero, con i sensi o prima di un antipsicotico ma non riesce nel compito e lascia allo spettatore il dubbio.

con: Maria Grazia Adamo, Pierfrancesco Ambrogio, Serena Borelli, Edvige Caci, Francesca Romana Cerri, Filippo Giacomelli, Massimiliano Graziuso, Luigi Toto.

Luci: Mauro Buoninfante

Audio: Marco Bocci